Ricerca personalizzata

domenica 31 gennaio 2010

chiesa della Madonna, Livorno

La chiesa della Madonna si trova nell’omonima via della Madonna, una delle strade storiche del centro di Livorno, che funge da accesso al quartiere storico della Venezia Nuova.
È una delle chiese più importanti di Livorno, perché al suo interno di trovano gli altari delle “Nazioni”, ovvero le comunità straniere che sono state sempre presenti in città, porto di mare da sempre aperto agli scambi commerciali e culturali.

La chiesa è stata costruita agli inizi del ‘600 su progetto di Alessandro Pieroni, e poi ampliata nei primi anni del secolo successivo.
L’esterno è semplicissimo, una facciata lineare e ricoperta da lastre di marmo lisce che non lascia trapelare nulla della ricchezza dell’interno. L’interno invece è un trionfo barocco di oro, colonne e cornici di marmo, timpani dalle forme sinuose, riccioli e lesene.
Le attrazioni più interessanti sono sicuramente gli altari delle Nazioni, situati sui lati dell’unica navata centrale. Il più antico e ricco è quello della Nazione Francese, dedicato a San Luigi re, gli altri sono dedicati alla comunità armena, ai Greci, alla Nazione Olandese-Alemanna, a quella Portoghese e alla Nazione Corsa (che all’epoca non faceva parte della Francia). Infine c’è l’altare dedicato alla Toscana, che all’epoca faceva stato a sé (o meglio Granducato), dedicato a San Giuseppe, protettore della regione.
L’altare centrale è riccamente decorato, ed ospita una statuetta della Madonna del Carmine che fu rubata nel 1600 dai livornesi ad una nave turca, la chiesa della Madonna infatti fu costruita proprio per ospitare questa reliquia.

La chiesa è sempre stata di rito cattolico, ma nelle varie Nazioni c’erano differenze sostanziali di rito che non venivano viste di buon occhio dalla chiesa di Roma, ma a Livorno queste comunità hanno sempre pregato insieme, nella stessa chiesa, nonostante il potere centrale ecclesisastico abbia sempre ostacolato questa libertà di culto. Ovviamente in città c’erano e ci sono gente di ogni fede, e non mancano certoo i luoghi di culto di fedi non cattoliche e non cristiane.
È questo un aspetto fondamentale del fascino della mia città, un crogiolo di genti, culture e religioni che hanno sempre goduto della massima tolleranza e libertà; e la chiesa della Madonna testimonia questa ricchezza e diversità culturale di Livorno.

4 commenti:

Lalla ha detto...

ciao! ho trovato per caso il tuo blog...che dire....foto bellissime!
come arte la nostra "Italia" e' davvero imbattibile!
spero che passerai a trovarmi, ho da poco aperto un blog e penso che abbiamo alcune cose in comune come ad esempio i viaggi!
a presto! Lalla

Rano83 ha detto...

Ti sei appassionata di Livorno per caso?

Anonimo ha detto...

Hai ragione. E' molto bello che in un luogo di culto ci sia spazio per altra gente, di altri paesi. E sopratutto è stato un segno di grande civiltà da parte dei Livornesi progettare e costruire una chiesa simile.

mystery hunter ha detto...

Non è anonimo iil commento appena fatto.Ho sbagliato a cliccare

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails